Strava Challenge 2019

Sei un amante della corsa in montagna? Vieni a provare i percorsi dedicati al Trail Running nel nostro Ces Trail, il primo Running Park delle Dolomiti, a San Martino di Castrozza. Un anello Running, un Vertical e un piccolo Trail: questi i 3 percorsi presenti su Strava con dei segmenti Ad Hoc pensati per permettere ai Runner di misurare, confrontare e migliorare le proprie performance nel corso della stagione.

Al termine dell’estate 2019, saranno premiati gli atleti che avranno percorso ogni singolo segmento nel minor tempo possibile e quelli che saranno stati i più veloci nella somma dei tre tempi, valorizzando così gli atleti più completi. Ricchi premi saranno messi a disposizione dal nostro partner La Sportiva, sia per la categoria maschile che per quella femminile.

Ma non è finita: dopo aver registrato la tua performance su anche 1 solo dei segmenti, passa a Malga Ces e ritira un coupon valido per uno sconto del 10% sui prodotti La Sportiva non già in offerta in vendita presso il negozio Bancher Sport, a San Martino di Castrozza!

Giro del Cristo Pensante

Distanza: 15 Km

Difficoltà: Medio / Diffcile

Tempo per sportivi: 3 ore e 30′ – 4 ore

Tempo per escursionisti: 4 ore e 30′ – 5 ore

Altitudine massima: 2414m slm

Dislivello totale: 960m

Tipologia terreno: Sentiero e strada bianca

Descrizione del percorso

Dal piazzale antistante Malga Ces, si risale la pista da sci Valbonetta per circa 300 metri. Sulla destra, indicato del segnavia, inizia il sentiero che sale in modo deciso sul ripido crinale della Cavallazza. Superato un semplice passaggio tra le rocce si giunge in prossimità dei due splendidi laghetti alpini di Colbricon, molto frequentati dai turisti durante la stagione estiva. Dopo una pausa al piccolo ma confortevole rifugio Colbricon, si imbocca il comodo sentiero in direzione Passo Rolle. Dopo il ponticello, vicino al bar La Baita, si risale lungo la pista da sci Ferrari 2 e, arrivati in cima, si segue il segnavia che dirige verso il Passo Rolle arrivando a uno spiazzo con un parcheggio. Si attraversa la strada statale e ci si immette sulla strada forestale che porta a Baita Segantini.
Si procede con una breve passeggiata su strada sterrata verso il monte Castellazzo e, oltrepassato il rifugio Capanna Cervino, si prosegue verso la Baita Segantini. Dalla Baita seguire la segnaletica Castellazzo – Cristo Pensante: il sentiero panoramico presenta un primo tratto in discesa in cui si attraversano i “Ghiaioni del Castelaz” e continua in salita fino a un piccolo pianoro dove sono visibili alcune postazioni e resti della Grande Guerra. Da questo punto, il percorso a serpentina si snoda lungo una mulattiera con muretti a secco che sale verso la cima del Castelazzo, dove sono posizionate la croce e la statua in marmo del Cristo Pensante.
Si scende infine dalla parte opposta, seguendo i segnavia per Baita Segantini e, raggiunta nuovamente la strada forestale, si rientra a Malga Ces percorrendo a ritroso il percorso di andata, attraverso il sentiero dei Laghi di Colbricon.

Aspetti interessanti

Il Percorso si snoda in prevalenza in ambienti di prateria alpina, dove numerose e molto colorate sono le fioriture, frequentati in estate dagli animali al pascolo.
Il Monte Castellazzo è senza dubbio uno dei luoghi più panoramici dell’area circostante il Passo Rolle: il Cristo pensante, posizionato sulla sua cima su iniziativa di Pino Dallasega rappresenta Gesù, sceso dalla croce per meditare davanti alla pace delle Pale di San Martino. Il Cristo Pensante è diventato ormai una meta per migliaia di pellegrini, che in ogni periodo dell’anno salgono fin lassù per un momento di raccoglimento in un contesto senza dubbio… “paradisiaco”.
Sul Monte Castellazzo e lungo l’intero sentiero da percorrere per raggiungerne la cima, si trovano numerosi ruderi della Grande Guerra, recentemente documentati dal Parco Naturale con pannelli illustrativi, segni tangibili della vita al fronte dei soldati che presero parte al conflitto.