Strava Challenge 2019

Sei un amante della corsa in montagna? Vieni a provare i percorsi dedicati al Trail Running nel nostro Ces Trail, il primo Running Park delle Dolomiti, a San Martino di Castrozza. Un anello Running, un Vertical e un piccolo Trail: questi i 3 percorsi presenti su Strava con dei segmenti Ad Hoc pensati per permettere ai Runner di misurare, confrontare e migliorare le proprie performance nel corso della stagione.

Al termine dell’estate 2019, saranno premiati gli atleti che avranno percorso ogni singolo segmento nel minor tempo possibile e quelli che saranno stati i più veloci nella somma dei tre tempi, valorizzando così gli atleti più completi. Ricchi premi saranno messi a disposizione dal nostro partner La Sportiva, sia per la categoria maschile che per quella femminile.

Ma non è finita: dopo aver registrato la tua performance su anche 1 solo dei segmenti, passa a Malga Ces e ritira un coupon valido per uno sconto del 10% sui prodotti La Sportiva non già in offerta in vendita presso il negozio Bancher Sport, a San Martino di Castrozza!

Iscriviti subito online alle gare in programma domenica 8 settembre 2019 “San Martino Running” e “Ces Trail” su WedoSport.net! – i posti sono limitati!

Orti forestali

Distanza: 6

Difficoltà: Facile

Tempo per sportivi: 1 ora e 15′

Tempo per escursionisti: 1 ora e 15′

Altitudine massima: 1700m slm

Dislivello totale: 304m

Tipologia terreno: Sentiero e strada bianca

Descrizione del percorso

Dal parcheggio di Malga Ces si percorre il sentiero seguendo le indicazioni per “Orti forestali”. Poco dopo, ci si immette nella comoda strada forestale che porta direttamente agli orti forestali.
Da qui si scende per un sentiero fino ai prati di Malga Fosse di sotto (rudere) e ancora, in discesa, la forestale che costeggia il torrente Cismon conducendo ai primi caseggiati di San Martino.
Alla prima strada trasversale si gira a destra e si sale successivamente per il ripido sentiero che porta nuovamente agli orti forestali da dove, percorrendo a ritroso la strada medesima, si arriva nuovamente a Malga Ces.

Aspetti interessanti

Il percorso si snoda in prevalenza all’interno di boschi di abete rosso, dove vivono specie importanti ma difficili da osservare come il Gallo Cedrone e il Francolino.
Nella parte alta i lariceti, le praterie ed i ghiaioni costituiscono l’habitat del Gallo Forcello e della Coturnice.
Il Cismon, che si costeggia per un tratto, rappresenta bene il tipico ambiente torrentizio alpino, qui ancora molto naturale.
I ruderi di Malga Fosse di sotto sono muti testimoni di un’economia pastorale che in quest’area è stata ormai abbandonata.
Dei cosiddetti Orti forestali, antichi vivai dell’epoca austriaca che danno nome al percorso, oggi si possono osservare solo alcuni muretti di contenimento nascosti dalla vegetazione.